E-school  di  Arrigo Amadori

Fisica

Meccanica classica (MC)


01 - Introduzione.

La Meccanica Classica (MC) è la teoria fisica fondamentale su cui si "costruiscono" le successive e 
più precise teorie quali la Teoria della Relatività (TR) (nelle sue parti ristretta e generale (RR e RG)) e 
la Meccanica Quantistica (MQ).

Una teoria fisica è un modello matematico-deduttivo basato su certi presupposti che ne sono gli assiomi, 
i principi costituenti. 

Una teoria è valida entro i limiti di validità dei principi che la costituiscono.

Non si può, per esempio, affermare in assoluto : "la MC è errata, la MQ è esatta". Esse sono esatte o 
sbagliate in relazione ai limiti di validità dei principi su cui sono basate. 

La MQ è più precisa nel descrivere i fenomeni microscopici, perché a tali dimensioni i principi della 
MC non sono più validi. La TR è più precisa della MC nel descrivere i fenomeni a velocità prossime
a quella della luce, od a descrivere i fenomeni gravitazionali, perché, per quei fenomeni, i principi della
MC non sono più validi.

Ecco quindi l'importanza della MC. Essa è la base di ogni altra teoria fisica e questo fatto capitale si 
può riassumere nelle affermazioni :

        La TR tende alla MC al tendere di  c  (velocità della luce nel vuoto) all'infinito. 

        La MQ tende alla MC al tendere di  h  (costante di Planck) a zero.

La MC nasce con Galileo (1564-1642), raggiunge un primo stato di teoria matematica completa con 
Newton (1642-1727) ed uno stato finale basato su principi più generali, ad opera specialmente di 
Lagrange (1736-1813), Jacobi (1804-1841) e Hamilton (1805-1865).

Presentiamo qui la Meccanica Classica a "grandi linee", esponendone in maniera sintetica i principi e le 
principali caratteristiche. 

Per approfondimenti, esempi ed applicazioni, si rimanda il lettore ad uno degli innumerevoli testi completi 
sulla materia.

In questa sezione indicheremo i vettori con lettere in grassetto, r , v , F  ecc. ed indichiamo le derivate 
rispetto al tempo con un punto per ogni grado di derivazione posto sul vettore stesso, , , ecc.

02 - Argomenti trattati. 

 Equazioni del moto 
 Leggi di conservazione 
 Equazioni canoniche 

Fine. 

Pagina precedente